Il supporto di nuove risoluzioni sarà un male per Android?

Come sappiamo con l’arrivo di Donut sui terminali previsto per il mese di Ottobre, Android introdurrà due nuove risoluzioni oltre alla classica HVGA, una più grande, WVGA destinata ai terminali top gamma come l’X3 di Sony (speriamo) e una più piccola, QVGA, per i dispositivi come il CLIQ di HTC. La domanda che ci facciamo è che impatto avrà questo sulle applicazioni? Le modifiche a livello di SDK introdotte dalla 1.6 non sono rivoluzionarie, gli sviluppatori riusciranno a portare il proprio codice senza troppi problemi alla nuova release, di fatto sarà solo necessario specificare un nuovo permesso specifico per la scrittura su SD ed il resto sarà praticamente uguale, la cosa forse è passata un pò in sordina è proprio la necessità degli sviluppatori di adattarsi ai nuovi schermi. Vediamo qualche esempio:

Qui sotto ci sono 3 screenshot della stessa applicazione (ReaderScope) alle risoluzioni QVGA, HVGA e WVGA per confrontarle le abbiamo ridimensionate tutte a 160×240:
qvga hvga wvga

Il risultato del QVGA è deludente, non tutte le opzioni a sinistra vengono visualizzate e il messaggio di popup è illeggibile, la HVGA ovviamente è perfetta sebbene l’applicazione non fosse pensata per Donut mentre la WVGA tende ad ingrandire troppo i bottoni e il testo (che hanno una dimensione relativa uguale alle altre con il doppio dei pixel) senza però dare problemi. Non ci aspettavamo ovviamente un risultato ottimale tuttavia questo piccolo esempio vuole dimostrare la difficoltà di uno sviluppatore nel creare applicazioni per Donut, non dovrà più provare la sua app su un emulatore ma su 5 terminali diversi rendendo il tutto estremamente più difficile, quindi più costoso lento e prono a difetti.

Un altra considerazione ben più importante è la portabilità delle attuali applicazioni così come sono, viste le poche modifiche alle sdk tutto ciò che non scrive su SD potrà girare direttamente su Donut senza modifiche, questo vuol dire che i possessori di dispositivi HVGA con Android 1.6 non avranno problemi a reperire software, mentre quelli con telefoni come il nuovo TATOO di HTC dovranno aspettare il porting per la loro risoluzione o affrontare mille piccoli errori (alcuni bloccanti) sulle app che non verranno aggiornate.