Recognizr, riconoscimento facciale e Social Network Android

Le applicazioni e le aziende che le producono si moltiplicano e si direzionano sempre più sulla piattaforma Android di Google. Oggi vi vogliamo parlare di Recognizr, applicazione in procinto di essere lanciata, che potrà cambiare l’idea di social network introducendo l’utilizzo del riconoscimento facciale. Nel video che vi mostriamo dopo il salto, si nota come l’applicazione possa eseguire una scansione del volto inquadrato per cercare poi di associarlo ad un volto “noto” per poi riportare tutte le “social news” riferite a quella determinata persona. Non ci credete? Naturalmente finché non l’avrò provata non mi sbilancio troppo, ma vi assicuro che il video farà gola a molti

Leggi tutto “Recognizr, riconoscimento facciale e Social Network Android”

Philips GoGear Connect Android 2.1 PMP/PND

A quanto pare anche Philips vuole entrare nell’ormai affollato mondo Android e potrebbe presentare a breve un PMP (portable media player) / PND (portable navigation device) simile al prototipo che potete vedere nel video qui sotto. Il device probabilmente sarà basato su Eclair, avrà un display touchscreen da 3.2 HVGA, WiFi e una trackball permettendo la riproduzione di contenuti audio, video e la navigazione tramite il GPS integrato. Insomma un terminale abbastanza standard senza però le funzionalità telefoniche. Troppo presto per dire se un terminale di questo tipo potrebbe avere successo ma è comunque interessante vedere un altro grosso produttore buttarsi sul sistema operativo di Google. Speriamo di avere presto specifiche più complete e magari anche qualche foto dell’aspetto definitivo di questo device…

[via]

HTC Incredible presto in USA… e il Bravo?

Dell’HTC Incredible vi avevamo già parlato in passato e, come sappiamo, probabilmente sarà la versione CDMA del tanto atteso HTC Bravo (quindi con supporto per la rete 3G di Verizon come il Droid). Sembra che inarriverà presto negli store USA essendo stato avvistato da berryscoop nei listini interni della Telco Americana. A questo punto mi viene da domandarmi, e il Bravo? Voglio dire, fino a qualche tempo pensavo al Bravo come ad il tassello mancante nella linea top di HTC, con il Nexus venduto come Android standard questo terminale avrebbe coperto il buco dei device di fascia alta con Sense diventando l’equivalente del bellissimo HD2 per l’OS di Google.

Ma HTC all’MWC di Barcellona ha annunciato il Desire, ovvero una versione dello smartphone di Google con l’interfaccia tipica di HTC, a questo punto quindi il Bravo diventerebbe un doppione avendo specifiche hardware, a quanto ne sappiamo, praticamente identiche… capisco l’Incredible perchè copre un tipo di rete mancante, ma per il Bravo resta poco spazio. Insomma, HTC ci riserva forse qualche sorpresa per la versione UMTS di questo telefono? Sarà forse il primo device con Froyo, avrà materiali super, oppure magari una cpu diversa dal previsto Snapdragon (più potente ovviamente)? Speriamo, dopotutto, se non ci siamo sbagliati, dovrebbe essere annunciato fra poco più di un mese.

Leggi tutto “HTC Incredible presto in USA… e il Bravo?”

APPBRAIN, il Market Android direttamente dal PC

Una delle “limitazioni” riferite al market e, in confronto all’App Store Apple, è l’impossibilità di gestire le applicazioni Android direttamente dal Desktop. Questo fino a ieri però! Da oggi, grazie ad AppBrain avremo finalmente la possibilità di scegliere le applicazioni che più ci interessano, vederle con calma fra una pausa caffè e un altra, aggiungerle ad una specie di “wishlist” e poi, andare sul telefono per terminare l’installazione. carino no? AppBrain, naturalmente, è un sito fruibile anche da smartphone ma è nell’utilizzo Desktop che ha la sua forza: Scegliete quali applicazioni volete provare, condividere, recensire etc… Installate l’applicazione dedicata per Android, e sincronizzatevi con il server, installando tutte le applicazioni scelte in precedenza!

Oltre a questo, una volta registrati al portale (è sufficiente avere un account Google), e lanciata l’applicazione per la prima volta, questa aggiornerà la lista delle applicazioni installate anche sul portale, in modo che le possiate gestire anche da li, oltre a condividere la lista delle vostre applicazioni installate (questa è la mia).

A breve vi presenteremo AppBrain nei dettagli con un recensione, dopo aver provato le sue funzionalità per alcuni giorni, anche se, già cosi, promette veramente bene!

Windows Mobile 7 un avversario da non sottovalutare…

Come tutti probabilmente già sapete Micro$oft ha presentato all’MWC di Barcellona il suo ultimo pargolino, ovvero Windows Mobile 7 (buuuuu!!). Beh, al dilà della poca simpatia per la software house di Redmond devo ammettere che questo nuovo prodotto ha saputo dare un totale schiaffo al passato capendo che forse in campo mobile non si poteva andare avanti con un prodotto orrido come il precedente winmobile 6 e 6.5, quantomeno in campo full touch.

Ed ecco 7, un OS con interfaccia chiaramente ispirata al player audio Zune con un layout secondo me valido e che sa osare/innovare a differenza di Symbian^3 di cui abbiamo parlato (abbastanza male) ieri. L’idea è abbastanza diversa da quella di Android ed iPhone presentando il desktop come un unica schermata di dimensione superiore al display ma scrollabile e non quindi come una serie di pagine singole. I widget sono “multipli” di quadrati dal formato fisso e sono quasi l’unica cosa presente nella home, le stesse forme poi ricorrono anche all’interno delle applicazioni dove vengono usati menu esteticamente molto piacevoli, trasparenti e con font, grandi, antialiased e ben leggibili (i font sono sempre stati un punto forte di casa Microsoft).

Microsoft non ha voluto creare un prodotto “per tutti” come puo’ essere Android o Symbian, l’azienda ha voluto puntare solo alla fascia alta con requisiti minimi decisamente spinti: 800×480 (WVGA) di risoluzione minima, almeno 3.5 pollici, GPS obbligatorio, CPU potente, GPU dedicata e almeno, 256mb di RAM. Questo è si un limite ma permette anche di avere delle certezze durante lo sviluppo e quindi consente, come potete vedere dal video, effetti grafici estremamente interessanti. Insomma un avversario da non sottovalutare e da cui Google spero prenda alcuni spunti soprattutto per i terminali di fascia dove anche l’occhio vuole la sua parte (possiamo dire che Sense di HTC sia un buon avversario, ma la UI di base di Android ha sicuramente bisogno di un restyling).

Dimenticando per un attimo chi lo produce, che ne pensate?

Symbian^3 poche idee nuove molte similitudini con Android

Qualche settimana fa Nokia ha pubblicato questo video dimostrativo in cui presenta la seconda release “open” del sistema operativo Symbian chiamata appunto Symbian^3 (la release non è direttamente prodotta da Nokia come sappiamo ma dalla Symbian Foundation tuttavia poco cambia). Beh, se devo essere sincero mi aspettavo qualcosina di più dal colosso Finlandese, come potete vedere l’interfaccia è abbastanza scarna con parecchie somiglianze ad Android nei widget che cambiano orientamento, nel multidesktop, nella posizione del menu applicazioni, nella gallery ed altro.

Purtroppo nulla a che vedere con il concept che mi aveva affascinato qualche mese fa (ve lo ripropongo dopo il break), speriamo quindi che le novità e la vera innovazione arrivi nella release successiva perchè così di certo la concorrenza ad Android in campo full touch non mi sembra particolarmente agguerrita (escludendo i telefoni non touch con tastiera T9 dove Symbian la fa da padrone e ovviamente Maemo che rappresenta per ora un mondo a parte per gli smanettoni più incalliti).

Leggi tutto “Symbian^3 poche idee nuove molte similitudini con Android”

Motorola Devour in video

Era da un po’ che non parlavamo del Devour, probabile sostituto del CLIQ di Motorola ed eccolo qui, finalmente dal vivo in una completa video preview a cura di Engadget. Il telefono al momento, essendo marchiato Verizon, supporta la rete CDMA e non quella UMTS quindi difficilmente a breve lo vedremo da noi ma vale comunque la pena tenerlo sott’occhio.

Dal punto di vista estetico richiama lo stile del Milestone anche se l’area coperta dallo schermo è inferiore, la tastiera fisica ha i singoli bottoni molto separati tra loro e sembra piuttosto comoda, secondo il video infine la scocca in alluminio dello smartphone dà un idea di solidità e resistenza notevoli. Il software di base è Android 1.6 con l’interfaccia social di Motorola chiamata “MotoBlur” comprensiva in questa release anche di Google Maps con la navigazione abilitata.

Insomma un terminale carino che però in usa viene venduto a solo 50$ in meno del Droid e quindi difficilmente avrà un successo pari al fratello maggiore…

[via]

Engadget incorona il Droid “gadget dell’anno” per il 2009

Engadget è ormai un istituizione in fatto di device tanto da essere stata citata parecchie volte negli inserti tecnologici di testate più blasonate come il New York Times e altri, beh, proprio ieri il blog ha pubblicato la sua classifica dei migliori device del 2009 e, senza troppe sorprese, il Motorola Droid si è classificato primo sia nella sezione generica, sia ovviamente nella sezione smartphone e addirittura in quella navigatori (merito ovviamente del fantastico software di Google che purtroppo, ufficialmente, qui da noi non è ancora funzionante).

Insomma la ciliegina sulla torta per Motorola che grazie a questo gioiellino Android è rinata riconquistando i cuori degli utenti USA. In Europa purtroppo la situazione non è altrettanto rosea ma, vista la concorrenza, definirei comunque il Milestone il prodotto più innovativo del 2009, quantomeno nel mondo Android (lungi da me confrontarlo con l’iPhone che si rivolge ad un pubblico molto diverso).

Interessante anche notare la presenza di Android come peggiore gadget dell’anno (il bruttino Nuvifone della Garmin) a dimostrare che non basta montare l’OS di Google per fare un prodotto accattivante. Mio personale favorito il Level 10 della Thermaltake, miglior Desktop dell’anno, centra poco con Android ma di certo farebbe una bella figura attaccato al vostro Milestone…

Siete daccordo?

[classifica]

Google Earth, disponibile su Android 2

Google, attraverso il suo blog ufficiale riguardante il settore Mobile, ha fatto sapere che da oggi è disponibile la versione di Google Earth per Android. La bella notizia è che aspettavamo da molto tempo che Earth fosse portato su Android! La brutta notizia (se di brutta notizia si può parlare) è che sarà possibile (per ora) installarlo solo su piattaforme Android 2.0 e che la stessa piattaforma dovrà avere un hardware mediamente prestante (come il Nexus One o il Motorola milestone). Un altro passo avanti per Google e in special modo per Google Earth che, come detto, era la grande attesa!

Leggi tutto “Google Earth, disponibile su Android 2”

L’HTC Desire arriverà il primo Aprile

Lo straordinario talento di HTC riguardo le interfacce grafiche credo sia fuori discussione tuttavia, concedetemelo, dubito tale capacità sia stata usata per il nuovo sito dedicato del Desire che nulla ha a che vedere con la pulitissima versione ajax del Nexus One presentata da Google sulla pagina web del terminale.

Il nuovo sito di HTC tuttavia non è del tutto inutile, oltre a confermarci le specifiche di primo livello ma già ampiamente note presenta infatti un contatore per la data di uscita che punta esattamente alla mezzanotte del primo Aprile, giorno in cui probabilmente sia Vodafone che H3G lanceranno il terminale nel nostro continente (speriamo quindi anche qui da noi). Chissa se arriverà prima la versione Sense di quella Google che, stando al loro sito, purtroppo non è ancora ufficialmente disponibile nel nostro paese…